I luoghi che ospitano la Biennale di Teatro Sociale 2017

1. LOGO Officina Socialmeccanica
Performance e workshop Biennale di Teatro Sociale 2017
giugno 6, 2017
1. LOGO Officina Socialmeccanica
Biennale 2017 – Biglietto ribaltato
giugno 10, 2017

I luoghi che ospitano la Biennale di Teatro Sociale 2017

1. LOGO Officina Socialmeccanica

CSP G. Giuffrida

Il Centro di Solidarietà Popolare dedicato alla partigiana catanese Graziella Giuffrida è una realtá appena formatasi che nasce dalla volontà di un gruppo di persone decise a costruire percorsi di reale solidarietà autorganizzata dal basso contro ogni sfruttamento, culturale, economico e militare. Al suo interno, inoltre hanno sede Punteruolo, collettivo di Teatro dell’Oppresso di Catania, la Rete dei Comunisti di Catania e il collettivo Experia, realtá da anni presenti con la loro militanza nella città di Catania.

Via Vittorio Emanuele, 436


Biblioteca Dusmet

La Biblioteca Dusmet del Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università degli studi di Catania è anche sede del LaPoss, un Centro di Ricerca che nasce con l’intento di creare un luogo interistituzionale in cui poter consolidare i collegamenti tra la ricerca scientifica e la città, il mondo del lavoro e delle professioni, le istituzioni e la comunità, per la progettazione, la sperimentazione e la valutazione di politiche pubbliche, di azioni istituzionali e di servizi alle persone.

Via Cardinale Dusmet, 163


Il Ballatoio

Il Ballatoio è un luogo “casereccio, forse imperfetto, un po’ disordinato… informale diremmo. Si sente l’odore e la puzza della strada, dalle finestre che danno su via Plebiscito, si sentono i cavalli e i motori truccati e le urla della gente in fila alla posta o in farmacia. Si vedono quelli che aspettano l’autobus e quelli che aspettano niente, fuori dal bar”. In una casa antica della Catania storica, sotto volte ornate di stucchi e sopra un caldo parquet, una sala adatta a workshop, incontri, cineforum, concerti…

Via del Plebiscito, 245


Associazione G.A.P.A.

L’Associazione G.A.P.A. (Giovani Assolutamente Per Agire) lavora dal 1988 nel quartiere di San Cristoforo. I locali della sede, di proprietà dell’Associazione, sono due vecchi capannoni industriali ristrutturati. In questi luoghi si svolgono varie attività con e per i minori e le donne del quartiere. Dal doposcuola alla lotta GrecoRomana, dalla sartoria alla palestra per le donne, dal giornale di quartiere “I Cordai” ai laboratori su problematiche politiche, dalle passeggiate nel quartiere al campeggio estivo, sono tutte attività che si alternano e vengono svolte dai volontari e simpatizzanti dell’Associazione. L’associazione è determinata nel non chiedere contributi economici che provengano da enti locali così che in questi anni le uniche forme di finanziamento si sono realizzate attraverso spettacoli teatrali, cene di autofinanziamento e contributi di privati cittadini. I locali del G.A.P.A. sono a disposizione di tutti coloro che li richiedono per attività di impegno sociale e civile.

Via Cordai, 47-49


Trame di quartiere

Trame di quartiere è un’associazione formata da un team interdisciplinare che si occupa di animazione culturale e artistica e di progettazione di politiche e pratiche di rigenerazione urbane promuovendo un metodo di lavoro teso al coinvolgimento delle comunità e degli attori, creando in questo modo connessioni con nuove progettualità e nuovi scenari. L’associazione si impegna altresì nella ricerca-azione tesa a determinare meccanismi di co-progettazione delle attività e degli spazi urbani al fine di raggiungere la realizzazione di politiche promosse dal basso capaci di creare inneschi creativi con la programmazione istituzionale che riguarda la città. Trame di quartiere è vincitrice del concorso di idee Boom Polmoni Urbani ed è impegnata attualmente nella realizzazione dell’omonimo progetto di innovazione culturale e sociale volto a riscoprire il patrimonio culturale materiale e immateriale dell’antico quartiere del centro storico di Catania, San Berillo, a rafforzare le relazioni cooperative tra le comunità che lo abitano e a costruire un’offerta culturale al fine di attivare processi di rigenerazione urbana.

Palazzo de Gaetani - via Pistone, 59


Biblioteca ex Cinema Concordia

La Biblioteca ex Cinema Concordia è un centro culturale con una biblioteca comunale e una grande sala, un tempo cinematografica, oggi utilizzata per mostre, conferenze, presentazione di libri, e attività culturali che avvengono in collaborazione con scuole e realtà associative, come corsi di pittura e di chitarra, lezioni di ballo, attività di lettura e scrittura creativa, laboratori di teatro.

Via playa, 43


Teatroimpulso

Teatroimpulso inizia la sua attività nel 1991 con la precedente denominazione: “Sarkasmòs”. La sua filosofia di base è: “Il tutto è più della somma delle singole parti”, uno spettacolo è un organismo vivente, e per far nascere la vita sul palcoscenico non si può semplicemente accostare degli attori, seppur bravi. Questa visione olistica ha portato i fondatori Nunzia Pruiti e Mario Guarneri a occuparsi prima di tutto della formazione dell’attore fino ad arrivare ad aprire a Catania il proprio teatro. La scuola di Teatroimpulso orienta i suoi allievi verso un fine comune, quello dell’organicità e della spontaneità dell’attore, per far sì che anche il più epico dei testi non risuoni di falsità. Teatroimpulso produce i suoi spettacoli esclusivamente con allievi formati nella propria scuola in modo tale che ogni attore abbia gli stessi strumenti e la stessa “interfaccia” per connettersi con il partner di scena. Il regista Mario Guarneri cerca di combattere la meccanicità affermando che: “Senza l’impulso la tecnica dell’attore è solo virtuosismo”.

Via Giovanni Gentile, 31


Teatro Coppola

Il Teatro Coppola è stato restituito alla città il 16 dicembre 2011 per volontà di un ampio ventaglio di maestranze artistiche. Si tratta del primo Teatro Comunale della città di Catania, inaugurato nel 1821 e quasi completamente distrutto dai bombardamenti americani l'8 luglio 1943. Fu utilizzato per anni dal Teatro Massimo Vincenzo Bellini come laboratorio scenografico, sarebbe dovuto diventare sala prova per l'orchestra dell'ente lirico ma il progetto (avviato nel 2005) è stato sospeso e il cantiere abbandonato. Dal 2011 a ora, il Teatro Coppola – Teatro dei cittadini si è proposto come risorsa sociale per il quartiere e per la città, seguendo il linguaggio attraverso cui ha deciso di esprimersi e cioè con spettacoli, rassegne di cinema, mostre, laboratori, incontri e presentazioni. Ogni giorno da quasi sei anni il Teatro Coppola procede dando spazio a piccole realtà e a nuove esperienze, ma anche a esperienze antiche e forti che paradossalmente non trovano spazio in altri luoghi della città, o anche a idee e progetti incipienti e a residenze. Strumento importante e fondamentale di scambio è l’assemblea aperta del lunedì, luogo in cui ci si sforza che avvengano di volta in volta il dialogo e il confronto e, senza paura, anche lo scontro e l’errore. Il lavoro all’interno del teatro è volontario, così come anche la sottoscrizione per il pubblico all’entrata.

Via del Vecchio Bastione, 9


Midulla - Centro Polifunzionale

Midulla è l'ex cinema del quartiere di San Cristoforo a Catania. Dopo essere stato acquistato dal Comune di Catania, ristrutturato ed abbandonato dal 2012, oggi ritorna ad essere un vero e proprio Centro Polifunzionale di Quartiere, riunendo associazioni, singole persone, abitanti in grado di offrire servizi settimanali alla cittadinanza ed attività educative, ricreative, culturali e artistiche per il quartiere, e con lo stesso quartiere. Al momento sono attivi corsi di scherma, aikido, yoga, laboratori di giocoleria.

Via Zuccarelli (angolo) via Belfiore


Circolo Arci Melquiades

Il circolo Arci Melquiades nasce quasi 20 anni fa dalla volontà di uomini e donne di nazionalitá diverse che condividevano un unico spazio del quale volevano occuparsi: la città di Catania. Si occupa principalmente di immigrazione riflettendo e agendo nella direzione dell’inclusione di tutti coloro che abitano la città di Catania indipendentemente dalla loro nazionalità. Nel tempo le principali attività sono state e sono lo sportello legale gratuito come servizio ai migranti, i corsi di italiano L2, corsi di lingua e laboratori di teatro sociale.

Casa di quartiere - via Opificio, 6