Formazione

formazione

Il Teatro dell’Oppresso per l’assalto al cielo...

Essere cittadini non vuol dire far parte di una società vuol dire trasformarla (Augusto Boal)

Primo Laboratorio formativo e di ricerca (gennaio-giugno 2012)

Secondo Laboratorio formativo e di ricerca (maggio - dicembre 2013)

Terzo Laboratorio formativo e di ricerca (marzo - ottobre 2018)

Il percorso si snoda in 8 incontri laboratoriali da 12 ore cadauno per un totale di 96 ore di formazione e gruppo di ricerca ed espressione. L’obiettivo è costituire un collettivo di ricerca che esplorerà e apprenderà alcune delle tecniche principali del TdO (Teatro Immagine, Teatro Giornale, Teatro Forum, Teatro Invisibile, Teatro Legislativo, Flic) e, utilizzando il metodo Freire di pedagogia della coscientizzazione, educazione popolare e investigazione del territorio per sondarne i bisogni, lavorerà alla costruzione di interventi-azioni in una prospettiva popolare sui temi che verranno fuori dal gruppo.

Rivolto a operatori sociali e culturali, militanti politici, formatori, educatori, insegnanti, mediatori, animatori sociali, attori. Non ci sono limiti di età e non è assolutamente necessario avere avuto precedenti esperienze teatrali.

formazione


Diritti umani, pari opportunità, inclusione sociale, valorizzazione beni comuni

Il progetto prevede la creazione di laboratori teatrali con l'intento di formare delle compagnie teatrali che possano dar vita ad un festival della solidarietà itinerante nei vari paesi della provincia di Agrigento, agendo concretamente sul territorio creando occasioni di incontro, conoscenza, condivisione e dialogo con il coinvolgimento delle diverse realtà del territorio, proponendo un'esperienza partecipativa dei soggetti che vivono il disagio (anziani, disabili, immigrati) dall'organizzazione delle prove, alla realizzazione delle scenografie, alla messa in scena delle commedie, alla realizzazione dei vari momenti di intrattenimento, dove ogni partecipante può sperimentarsi in un ruolo attivo. Il programma è presentato dalle associazioni: Agape onlus, Amici dell'ANFFAS di Favara, Gruppo di Volontariato Vincenziano - sez. Aragona, Ass. Alzheimer, Associazione A.C.M.E. di Campobello di Licata. Presenti dal 2008 all'interno delle delegazioni del CeSVoP di Agrigento, Sciacca e Campobello di Licata, queste associazioni si occupano di inclusione sociale della fasce più fragili e a rischio di vulnerabilità.

Da luglio 2017 a luglio 2019

Officina Socialmeccanica si occupa all'interno del progetto di fornire strumenti per la realizzazione di laboratori di Teatro Sociale, promuovendo la conoscenza diretta di metodi, tecniche e teorie del Teatro Sociale, sviluppando sensibilità e conoscenze relative alla pratica espressiva e teatrale, promuovendo lo sviluppo di una sensibilità personale e collettiva rispetto alla dimensione relazionale che si sviluppa all’interno del laboratorio teatrale.