Bambinisenzasbarre

1. LOGO Officina Socialmeccanica
Biennale 2017 – Biglietto ribaltato
giugno 10, 2017
logo DIMMI
DIMMI di Storie Migranti
settembre 15, 2019

Bambinisenzasbarre

Bambinisenzasbarre

CosaBambinisenzasbarre è un’associazione senza scopo di lucro impegnata dal 2002 nella tutela dei bambini figli di persone detenute e lavora per offrire sostegno psicopedagogico ai genitori detenuti e ai figli, colpiti dall’esperienza di detenzione di uno o entrambi i genitori. L’interruzione dei legami affettivi tra genitori detenuti e figli può difatti incrementare fenomeni di abbandono scolastico, devianza giovanile, disoccupazione, illegalità, disagio sociale e incrementare i casi di detenzione nelle biografie dei figli di genitori detenuti. La missione di Bambinisenzasbarre è promuovere il mantenimento della relazione figlio-genitore durante la detenzione e sensibilizzare la società civile perché si faccia carico dei diritti umani in favore dei minori separati dai propri genitori detenuti, affinché il diritto alla genitorialità venga garantito, culturalmente assimilato e reso parte del sistema valoriale.
L’associazione Bambinisenzasbarre fa parte della Rete Europea per i figli di genitori detenuti Children Of Prisoners Europe (COPE, ex EUROCHIPS); ha firmato il 6 settembre 2016 il rinnovo del Protocollo “Carta dei figli dei genitori detenuti”, un documento unico in Europa che impegna il sistema penitenziario del nostro Paese a confrontarsi con la presenza quotidiana del bambino in carcere, se pure periodica, e con il peso che la detenzione del proprio genitore comporta. Un intervento di sostegno e accompagnamento della relazione genitoriale durante l’esperienza della carcerazione si configura quindi come intervento di prevenzione sociale: aiuta a prevenire le difficoltà emozionali e relazionali del bambino e il loro effetto negativo sul suo sviluppo psicoaffettivo e aiuta il genitore a conservare e continuare a svolgere il suo ruolo genitoriale. L’associazione è presente in carcere con i suoi interventi, diventati negli anni laboratori permanenti e osservatorio di buone pratiche. I laboratori sulla maternità e i laboratori sulla paternità presso le carceri sono strumenti formativi e di informazione per i genitori detenuti e rappresentano un osservatorio permanente che alimenta una ricerca/mappatura permanente sulla genitorialità, che cerca di integrare gli aspetti della pratica con le teorie psicopedagogiche applicate all’ambito penitenziario.
Lo Spazio Giallo, spazio integrato socioeducativo di accoglienza dei bambini che si preparano al colloquio con il genitore detenuto, si è rivelato uno strumento decisivo di collegamento col territorio e di intercettazione e prevenzione di situazioni di disagio e di fragilità sociale.
Bambinisenzasbarre opera in Lombardia, Piemonte, Toscana, Campania, Puglia e Sicilia, ed è presente sul territorio nazionale come agenzia psicopedagogica specializzata e di formazione.

Quando – da dicembre 2016

Ruolo – Operatrici di Teatro Sociale
Officina Socialmeccanica rappresenta dal 2016 l’associazione Bambinisenzasbarre presso la Casa Circondariale Piazza Lanza di Catania, attraverso la manifestazione La partita con papà. Dal 2018 conduce un laboratorio di Teatro Sociale sul tema della maternità nel reparto femminile e interviene attraverso momenti rituali e performativi come la festa della Befana nelle sale colloqui dell’Istituto.

Ente capofila – Bambinisenzasbarre